23 aprile 2006

Il Caimano ha vinto

E' stata una bella soddisfazione per Nanni Moretti vincere con il suo Il Caimano il David di Donatello, nonostante l'ostracismo del Berlusca e dei suoi accoliti.
«La giuria fatta in gran parte di gente di cinema penso abbia apprezzato le qualità cinematografiche de “Il Caimano”, non credo che si siano lasciati influenzare dall’aspetto politico del film, messo in evidenza dai titoli dei giornali», ha commentato Moretti a fine serata, finalmente rilassato e disposto a parlare con i giornalisti dopo averli dribblati per tutta la sera.
Venerdì 21 aprile 2006, all'Auditorium Conciliazione di Roma, la gara per l'assegnazione dei David di Donatello si è svolta al fotofinish tra due pellicole giunte all'appuntamento con tredici nomination ciascuna. E si tratta certamente delle opere più complesse e discusse, tra quelle uscite negli ultimi mesi. Due affreschi al vetriolo dell'Italia, anche se assai differenti: Romanzo criminale di Michele Placido (dall'omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo) ricostruisce gli intrecci tra banda della Magliana e apparati deviati dello Stato; Il Caimano di Nanni Moretti, invece, fornisce un ritratto in nero dell'Italia berlusconiana.
Sette David a Michele Placido, sei a Nanni Moretti: ma è il regista romano il trionfatore della 50esima edizione dei David di Donatello. Il suo Il Caimano ha rastrellato i premi più prestigiosi (tra cui miglior film, miglior regista, miglior attore e miglior produttore). A Romanzo criminale è andato il premio per la migliore sceneggiatura, la scenografia, il montatore e l'attore non protagonista. A Placido anche il David Giovani, assegnato dagli studenti delle scuole superiori d'Italia. Da ricordare che Michele Placido era anche attore nel film di Moretti.
Se questi sono i vincitori, c'è da dire che la serata degli Oscar italiani punisce anche alcuni film importanti. Come il campione d'incassi Il mio miglior nemico di Carlo Verdone (undici nomination), che resta totalmente a bocca asciutta. Mentre l'altro fenomeno del box office, Notte prima degli esami di Fausto Brizzi, deve accontentarsi della statuetta per il miglior regista esordiente. E certamente anche La Terra di Sergio Rubini avrebbe meritato qualcosa di più.
Alla terza candidatura, ce l'ha fatta Valeria Golino premiata come migliore attrice protagonista per La guerra di Mario di Antonio Capuano. Al film è andato anche il premio della “Torino Film Commission”. Un solo riconoscimento per La bestia nel cuore che ha vinto il David per la migliore attrice non protagonista, andato ad Angela Finocchiaro. Miglior film dell'Unione europea è stato decretato Match Point di Woody Allen e miglior film straniero Crash - Contatto fisico di Paul Haggis.

Ma ecco l'elenco completo dei vincitori della 50esima edizione dei David di Donatello al cinema italiano:
- Miglior film: Il Caimano di Nanni Moretti
- Miglior regista: Nanni Moretti per Il Caimano
- Miglior regista esordiente: Fausto Brizzi per Notte prima degli esami
- Migliore sceneggiatura: Stefano Rulli, Sandro petraglia, Giancarlo De Cataldo con la collaborazione di Michele Placido per Romanzo Criminale
- Migliore produttore: Angelo Barbagallo e Nanni Moretti per la Sacher Film per Il Caimano
- Miglior attrice protagonista: Valeria Golino per La guerra di Mario
- Migliore attore protagonista: Silvio Orlando per Il Caimano
- Migliore attrice non protagonista: Angela Finocchiaro per La bestia nel cuore
- Migliore attore non protagonista: Pierfrancesco Savino per Romanzo Criminale
- Migliore direttore della fotografia: Luca Bigazzi per Romanzo Criminale
- Migliore musiscista: Franco Piersanti per Il Caimano
- Migliore canzone originale: 'Arrivederci amore ciao' per Arrivederci amore ciao
- Migliore scenografo: Paola Comencini per Romanzo Criminale
- Migliore costumista: Nicoletta Taranta per Romanzo Criminale
- Migliore montatore: Esmeralda Calabria per Romanzo criminale
- Migliore fonico di presa diretta: Alessandro Zanon per Il Caimano
- Migliore effetti speciali visivi: Proxima per Romanzo criminale
- Migliore film dell'Unione europea: Match point di Woody Allen
- Miglior film straniero: Crash di Paul Haggis
- David Giovani: Romanzo criminale di Michele Placido
- Miglior documentario di lungometraggio: Il bravo gatto prende i topi di Francesco Conversano e Nene Grignaffini
- Miglior cortometraggio: Un inguaribile amore di Giovanni Covini
- Premio Film Commission Torino Piemonte o Premio dei critici: La guerra di Mario di Antonio Capuano.

Premi David di Donatello 2006
David di Donatello, Moretti e Placido prendono tutto
Moretti trionfa ai David - "Il Caimano" è il miglior film

4 commenti:

Anonimo ha detto...

In generale non erano grandi film.
Purtroppo il livello del nostro cinema è questo.
Amo il cinema di Moretti ma il Caimano è un film "disequilibrato", altalenante, più suggestivo che realmente bello. E certamente uno dei suoi meno riusciti.
Continua a sorprendermi, in positivo Bellocchio. Anche il suo ultimo film, pur con delle incompiutezze, conferma la sua unicità nel nostro panorama.

Soviet.ilcannocchiale.it

fastidio ha detto...

non ho visto il film e non per via della censura ^__^ diciamo che moretti non mi fa impazzire! cmq sono contento per lui, che almeno la smette di fare i girotondi...e fa il regista che gli riesce meglio a quanto vedo!

Carmelo ha detto...

Mi chiedo una cosa...
leggevo i commenti al film ed erano tutti "pollice verso".
Adesso vedo che ha vinto un bel pò di premi.
C'erano solo comunisti in giuria o forse il film era davvero bello?

Anonimo ha detto...

ho trovato Il caimano estremamente veritiero e magnifica 'interpretazione di S. Orlando, a mio avviso uno dei migliori attori italiani . Ottima anche la scelta di Romanzo Criminale.
ciao
www.draculia.ilcannocchiale.it