14 aprile 2006

Fini e Casini, fuori le palle


Dal riconteggio delle schede contestate si profila una ulteriore figura di merda per il cavalier berlusca. Ha parlato di fantomatici brogli, ha detto che i voti degli italiani all'estero erano irregolari e fasulli, ha sparato minaccioso, in preda alla più pura follia, che il «voto deve cambiare». Chissà cosa voleva dire con quest'ultima affermazione. Forse che con decreto del presidente del consiglio dovesse essere assegnata la vittoria a lui. Ormai sono gli ultimi fuochi d'artificio che spara. Ma i colpi sono a salve. Il berlusca si sta incartando, gli erano riusciti durante la fase finale della campagna elettorale alcuni colpi ad effetto, come l'eliminazione dell'Ici e della tassa sulla spazzatura, ma ora la fantasia comincia a fare cilecca.
Pare che il berlusca si diverta a farsi sbeffeggiare. Da tutta la stampa estera gli arrivano sonore bardate di fischi. E' avvilente per l'Italia averlo ancora come presidente del consiglio per gli affari ordinari. Ma quali sono per lui gli affari ordinari? Qualcuno ha scritto che bisogna stare attenti che in questi ultimi giorni non si freghi l'argenteria di Palazzo Chigi. Bisogna affidare subito l'incarico a Prodi.
Ed intanto Fini e Casini perché tacete? Sarebbe ora che tiraste fuori le palle, se è vero che avete gli attributi. La campagna elettorale è finita. Siete stati massacrati ed annientati dal Caimano. Specialmente tu Casini, rimembri quando dicevi che premier doveva diventare, in caso di vittoria, non chi prendeva più voti, ma chi aveva il maggiore incremento in percentuale? Berlusconi ha perso voti, tu hai raddoppiato la percentuale. Ed allora fatti sentire. Non consentire a berlusconi di continuare a sparare cazzate. Ormai le elezioni non potete più perderle, le avete già perse. Pretendi un po' di serietà. Forse la sparata della grande coalizione fatta da berlusconi serviva semplicemente a fare terra bruciata, lui non ci credeva. Il berlusca ha voluto semplicemente fregarti sul tempo. La proposta forse stavi pensando di farla tu. Forse sognavi la presidenza della Repubblica. Svegliati.

1 commento:

beppecavallo ha detto...

Già le tre punte? Punte di chè?
Hanno tentato qualche timido smarcamento nel rilevare che la verifica delle schede contestate non avrebbe cambiato il risultato, per il resto non credo siano in grado di operare una svolta politica di piena autonomia. Ormai sono stretti in un'abbraccio mortale col berluskatzer: le leggi ad personam che oltre a salvarlo dalla galera, gli hanno permesso di triplicare gli utili delle sue aziende.
Quanto alla grande coalizione, meno male che è arrivato un corale No da tutti i componenti l'Unione. Però francamente mi preoccupa che Dalema abbia riproposto una legge maggioritaria a doppio turno con lo scopo dichiarato di semplificare (tagliando le ali estreme ) il panorama politico. Bene i risultati delle passate elezioni e di queste appena concluse, dimostrano quanto sia impercorribile tale strada. Personalmente posso anche accettare il Partito Democratico, ma x converso credo sia necessario arrivare a creare un Partito unico delle sinistre x bloccare qualsiasi tentativo di deriva centrista. Sono x una legge proporzionale alla tedesca.
Ciao, buona Pasqua e un abbraccio fraterno, Beppe