17 febbraio 2006

Dalla Casa delle libertà alla Casa del fascio

L’accordo è fatto. La pioggia di accuse piovute sul premier da suoi stessi alleati per gli impresentabili di Alternativa Sociale alla fine non ha funzionato granché. Berlusconi ha firmato l’alleanza con la Mussolini per le prossimi elezioni. Al momento pare confermato che né i neo fascisti Thilger e Fiore né la stessa Alessandra Mussolini compariranno nella lista dei candidati. Ma la retromarcia resta possibile. Infatti , nel corso della conferenza stampa di ufficializzazione dell’accordo, il premier ha chiaramente detto che spera che la Mussolini ci ripensi: «Un suo ripensamento mi vedrebbe del tutto favorevole. E ho insistito». Detto questo che i nomi nella lista non siano più quelli annunciati all’inizio ma altri il risultato non cambia.
Continua a leggere l'articolo su l'Unità.

Fascisti in doppiopetto e neonazisti doc: eccoli qui gli altri alleati impresentabili di Berlusconi, quelli che non fanno capo ad Alternativa Sociale. Un accordo tra la CdL e il Movimento Sociale Fiamma Tricolore di Luca Romagnoli, infatti, c’è da mesi.
Continua a leggere l'articolo su l'Unità.

1 commento:

beppecavallo ha detto...

Da un bandito non ci si può aspettare altro. Beppe