2 agosto 2006

Guerra ai bambini

I bambini vengono ammazzati senza pietà, in Libano e nella Striscia di Gaza. Lo denuncia l'Unicef, l'agenzia dell'Onu per l'infanzia.
L'attacco israeliano a Cana dimostra in modo drammatico che, come sempre, sono i bambini a pagare per la guerra. Senza alcuna colpa e senza nessuna responsabilità propria.
Le loro morti sono il più grande oltraggio all'umanità, alla natura, a dio.
Gli adulti guerrafondai tentano di salvarsi la coscienza dicendo che sono i necessari effetti collaterali della macelleria delle guerre.
Le bombe e le armi israeliane hanno ammazzato, nei ventuno giorni di guerra contro il Libano, già 200 bambini, su 820 morti. In 3.200 sono i bambini feriti.
L'Unicef stima anche che circa il 45% delle persone sfollate siano bambini.
Drammatico è anche il numero di vittime tra i bambini palestinesi a causa dell'interveto armato israeliano. Nei territori palestinesi sono stati uccisi 63 minori nel corso di questo anno.
Inoltre «l'aumentato livello di violenza costringe i bambini a vivere in una situazione di paura ed insicurezza costante», denuncia ancora l'Unicef.
Molto gravi sono, inoltre, i traumi psicologici provocati ai bambini per la perdita di familiari ed amici, lo shoch causato dai bombardamenti e dalla operazioni militari.
Salvate i bambini. Basta con le guerre.

16 commenti:

Anonimo ha detto...

Gli Israeliani, peggio di hitler...
usano armi di distruzione moderne contro sassi e disperazione.....
contro un popolo inerme che cerca una sua identità (negatagli dall'America e da noi occidentali), un popolo a cui hanno occupato anche il territorio... hanno fatto finta di liberare i territori occupati dai loro coloni a danno dei palestinesi al solo scopo di metterli al sicuro dalla linea delle operazioni di guerra... vergogna...

Tisbe ha detto...

è una vergogna senza precedenti, non riesco più a scusare nessuno

giuseppe ha detto...

L'iran, mentre posto, ha dichiarato tramite il suo presidente che per risolvere il conflitto mediorientale bisogna distruggere israele. Propongo ad israele una via Ghandiana per risolvere la situazione. Solo una nuova persecuzione senza muovere un dito potrà risvegliare le coscienze assopite. I bambini non si toccano dappertutto ( non solo in libano o a gaza)

Antinazista ha detto...

Perchè nessuno spende una parola per i bambini del nord d'Israele DA ANNI sotto i razzi hezbollah?
Hamas ed Hezbollah hanno scritto a chiare lettere nei rispettivi statuti l'obiettivo della distruzione di Israele. Il presidente iraniano lo dichiara un giorno sì l'altro pure.
Il nazismo dei nostri tempi è l'estremismo islamista, Israele è in prima linea e deve difendersi, poi tocchierà all'Europa

Anonimo ha detto...

si vedono davvero gli atti stile nazista dei nostri tempi, vedansi i posti colpiti e tutti gli inermi in Libano da parte del più barbaro dei regimi al mondo, l'unico che non solo possiede le armi di distruzione di massa ma le usa contro i civili e non ha il minimo coraggio di affrontare uomo a uomo chi tenta di difendere la propria terra con coraggio e lealtà; basta leggere le cifre da ambo le parti sui bambini morti; all'europa tocca non permettere crimini stile nazista praticati dall'esercito barbaro israeliano, tocca altresì condannare le continue aggressioni alle sedi ONU e l'uccisione non giustificata degli osservatori, per la quale il consiglio di sicurezza delle nazioni unite non ha avuto nemmeno il pudore di non rimanere in silenzio.

Anonimo ha detto...

questa guerra è causata interamente da israele che ricatta molti stati come l'america dove risiedono i loro capitali finanziari

Anonimo ha detto...

e una strategia molta accorta quella d'israele che si dipinge come vittima,ogni qualvolta la si critica per la sua politica aggressiva tira fuori come spada di damocle i campi di con centramento che con le vicende attuali non c'entrano niente

Anonimo ha detto...

secondo me l' Europa deve staccarsi dai " problemi di Israele" . xchè ora dobbiamo mandare i nostri soldati in forza di interposizione e far rischiare loro la vita? Fino a 15 giorni fà in quella " striscia di territorio " non c'era la guerra ma le solite scaramucce che vanno avanti da 50 anni tra que popoli di quell' area e qualcosa si era costruito, un minimo di dialogo e di scambi reciproci erano avvenuti.

Anonimo ha detto...

se proprio dobbiamo risalire alle eventuali responsabilità sono da attribuire agli inglesi che con la dichiarazione balfour che prometteva agli arabi uno stato.équesto il nocciolo centrale se dobbbiamo continuare a ragionare.ricordiamo che gli israeliani hanno ottenuto la costituzione del loro stato col terrorismo vedii gruppi stern e odiernamente invece criticano gli hezbollah,sono un tantino ridicoli

Anonimo ha detto...

poveri bambini che in tutte le guerre si lascian la pelle e il loro sangue innocente non fa statistica nè c'è una riga sul giornale,poveri che combattono a pietre mostri d'acciaio e sognano una vita diversa di colori e odori dalla loro finestra che non sia più una prigione

Anonimo ha detto...

e' una vergogna!!!! basta occidentali "buoni" e musulmani terroristi!!! mettiamoci nei loro panni: senza nulla o qualche pietre contro israele che gli ha tolto stato, liberta', pace... il senso di impotenza e' enorme e fa crescere solo rabbia!!! in più noi europei non possiamo nulla perchè col veto americano israele se la cava sempre(forse perchè le banche americane sono in mano ad ebrei che finanziano le costosissime propagande elettorali di tutti e 2 i candidati?). per 2 soldati 1000 libanesi e un macello del genere? ma chi ci crede! era tutto programmato per la prima minima scusa. un rimedio? dare dare dare

Anonimo ha detto...

Il prossimo che mi parla di antisemitismo gli sputo in faccia così forte che lo faccio tornare indietro nel tempo... A quegli stronzi non gli bastava aver fatto crocifiggere il Cristo, adesso anche questo.
Israle mi stava sul cazzo prima, adesso proprio mi fanno i tuffi dalla punta dell'uccello tipo trampolino, direttamente in una piscina di merda appositamente costruita per gente come loro. Speriamo radano al suolo quel paese di porci nazisti, qualcuno con armi nucleari ce li tolga dai coglioni una volta per tutte per favore.

Anonimo ha detto...

Credo che piu che Israele in sè sia da condannare il Sionismo. Da li nasce il marcio e il potere mondiale è l'incarnazione di questa
dottrina paranoica.
Esiste un disegno preciso di destabilizzazzione mondiale guidato dal potere economico con lo scopo di "schiavizzare" l'umanità.

blogn2k ha detto...

Gentile autore,

ti comunichiamo che il tuo post, visibile all'indirizzo http://liberoblog.libero.it/politica/bl4451.phtml, ritenuto particolarmente valido dalla nostra redazione, è stato segnalato all'interno di LiberoBlog, il nuovo aggregatore blog di Libero.it.

Pensiamo che questo ti possa dare maggiore visibilità sul web e presumibilmente maggiore traffico sul tuo blog, in quanto Libero.it è visitato quotidianamente da milioni di persone.

Nel caso tu fossi contrario a questa iniziativa, il cui fine è quello di segnalare ai nostri lettori i contenuti più validi rintracciati nella blogosfera, ti preghiamo di segnalarcelo via e-mail chiedendo la rimozione del tuo post dal servizio. Procederemo immediatamente.

Per saperne di più di LiberoBlog e sulla sua policy:

http://liberoblog.libero.it/disclaimer.php

Per suggerimenti e critiche, non esitare a contattarci a questo indirizzo
e-mail: blog.n2k@libero.it

Ringraziandoti per l'attenzione, ti porgiamo i nostri più cordiali saluti

LiberoBlog Staff

Anonimo ha detto...

scusa, posso prendere questa foto dei bambini di Gaza per illustrare una mia poesia?
io denuncio e grido solo in versi.

roccobiondi ha detto...

Certo che puoi prendere la foto. Ma io l'avevo presa da un giornale on line. Se hai un sito dove pubblichi le tue poesie fammelo sapere. Vengo a leggerle.