8 agosto 2006

Grandi opere col buco

Ve lo ricordate il berlusca calare dal cielo, in elicottero, fra bandiere gonfaloni e fanfare, per tagliare nastri e farsi inquadrare da telecamere amiche?
Ve lo ricordate il berlusca piantare bandierine sulla cartina geografica per annunciare, nello studio dell'amico Vespa, come barzellete, l'inizio di grandi opere?
I componenti del trio Berlusconi-Tremonti-Lunardi annunciavano ogni giorno che avrebbero realizzato mari, monti, ponti, strade, autostrade, valichi, dorsali, corridoi, interporti, aeroporti. Tutte fantasie per buttare fumo negli occhi.
Le 253 grandi opere , annunciate in sogno dal berlusca, nel 2001 sarebbero costate 125 miliardi di euro, nel 2006 il costo era salito a 173 miliardi di euro, anzi il costo reale stimato è di 263 miliardi di euro. Tutte opere iniziate senza copertura finanziaria sufficiente. In pratica i soldi disponibili sono serviti a pagare i progettisti e a metter la prima pietra. E niente più.
Il buco delle grandi opere del berlusca sfonda i 150 miliardi di euro.
La stragrande maggioranza dei cantieri inaugurati sono ora chiusi e fermi.
Le dighe del Mose a Venezia sono in alto mare. Non si potranno mai completare.
I valichi dal Frejus al Brennero sono vicini alla paralisi.
La Salerno-Reggio Calabria è stata lasciata a metà.
Il faraonico Ponte sullo Stretto di Messina resta solo sulla carta.
Si impongono scelte prioritarie. I pochi soldi che si hanno bisogna utilizzarli per opere veramente utili e fattibili.
E per fare queste scelte bisognerebbe interpellare anche i cittadini.

18 commenti:

Vax ha detto...

Come al solito il Berlusca darà la colpa alla Sinistra ed ai Comunisti.... è l'unica cosa che gli riesce bene!!!

Anonimo ha detto...

FALSITA' ASSOLUTE. Amico blogger non ci provare. PRODI & COMPANY hanno bloccato tutte le grandi opere e cantieri (vedi anche la TAV) e le società che hanno vinto gli appalti reclamano una PENALE. LA PENALE CHI LA PAGA??? NOI, quindi ?? ...GRAZIE PRODI.

Michele ha detto...

Mi capita di girare in lungo e in largo l`Italia per lavoro e mi pare di aver visto qualche cantiere in giro ed oltre a vederlo tantissime volte ne ho dovuto anche subire la presenza perche` la gente lavorava, le corsie ridotte, la velocita` decisamente rallentata, code e quanto normalmente si subisce quando ci sono lavori. O magari il tutto era o e` rallentato dal fatto che la gente guardava o guarda magari un elicottero scendere con dentro il mitico Berlusconi? Mi chiedo cosa ci si aspettava di piu` da cinque anni di governo con un Italia consegnata a pezzi dal precedente, mi chiedo se bisogna guardare con obbiettivita` a quanto e` stato fatto. Non mi pare che l`unico bugiardo nella storia dell`Italia sia solo lui ammesso che lo sia e poi come diceva qualcuno "chi non ha peccato scagli la prima pietra", non dimentichiamo il buco nei conti lasciato dai cari amici precedenti. Il Prodi della situazione penso che ne sappia qualcosa, eadesso prode della sua posizione ci faccia vedere cosa e` veramente capace di fare, lavori e che ne dia risultato agli Italiani. SENZA TOCCARNE LE TASCHE.

Diego ha detto...

Il solito pensiero catastrofista della sinistra...
Io di quello che dice Prodi non credo neanche ad una parola! Basti pensare alla campagna elettorale fatta dalla sinistra sulle MENZOGNE!! Si preannunciava un buco di 10 MILIARDI DI EURO ed una catastrofe nei conti pubblici.. e adesso il governo fa una "MANOVRINA" DELLO 0,065% del PIL, ridicola rispetto alle cifre preannunciate! E la catastrofe nei conti pubblici si è conclusa con un aumento delle entrate del fisco di oltre il 10%, e non raccontatemi che l'aumento delle entrate fiscali nel 1° semestre 2006 è merito di questo governo che c'è solo da 2 mesi... Chi è Prodi?? Il mago ZURLI'??

E la TAV Torino-Lione chi l'ha fermata??? la mancanza di soldi O QUALCHE NO GLOBAL VERDE che non sapeva neanche perchè era li?!?!?!

Anonimo ha detto...

E vi pare che la sinistra dopo aver detto che era tutta una bufala avrebbe ammesso che i cantieri ci sono? O che ha intenzione di finanziarli sapendo che verdi comunisti e no-global non li vogliono? L'unico programma unitario di questa congrega di pagliacci mangiasoldi è avere una bella poltrona attaccata al sedere e distruggere tutto quello che è stato fatto dal governo Berlusconi.
Basta vedere la buffonata di questi giorni sugli introiti fiscali che sarebbero aumentati perchè la gente sa che con Visco non si scappa!
Se non fosse una tragedia per il paese ci sarebbe da ridere, A casa, prego accomodatevi... abiamo già visto abbastanza
Vittorio

Anonimo ha detto...

Prodi e company hanno una bella faccia tosta.

Nel primo semestre 2006, Prodi e compagni hanno governato per 40 giorni...neanche il tempo per scaldare la poltrona, e adesso si prendono il merito del boom delle entrate fiscali derivanti dalle misure varate dalla finanziaria di Tremonti - Berlusconi!!

Non ho parole....

Anonimo ha detto...

non è vero i soldi x finanziare queste grandi opere ci sono, non credo al fatto che berlusca avviava i cantieri senza copertura finanziaria, secondo me è che l'amico prodi quei soldi invece di spenderli per le infrastrutture necesserie x essere in europa li spende il altre stupidaggini a noi inutili

Anonimo ha detto...

immagino che il signor biondi utilizzerebbe i pochi soldi che ci sono per costruire ancora qualche centro sociale dove allevare qualche "terrorista" di sinistra utile per mantenere il potere...
comunisti siete patetici!

Anonimo ha detto...

mi associo. patetici. proponete le liberalizzazioni e cedete subito ai ricatti, bloccate l'italia ,garantite i farmacisti, siete una sicurezza per chi lavora 10 ore al giorno senza scioperi o girotondi.
ps: non vedo piu' una manifestazione contro la guerra. e' finita e non me ne sono accorto?

Anonimo ha detto...

Ma tappatevi la bocca signorotti di destra, avete soltanto rovinato l'Italia,l'avete illusa...Berlusconi non è certamente l'unico venditore di sogni, ma è in pole position.

Anonimo ha detto...

Dove sono andate tutte quelle persone che hanno fatto una feroce opposizione contro le missioni italiane all'estero? e tutte quelle cretinerie dette in merito?Ora che hanno messo le chiappe sulle poltrone sono a favore delle missioni.I clown dei circhi equestri insieme a tutti i comici della terra non arriveranno mai a uguagliare la comicità delle sinistre.

Marco Ravich ha detto...

...l'ennesima riprova che la democrazia rappresentativa è ormai alla frutta.

Possiamo cambiare, dobbiamo cambiare !

http://www.internetcrazia.com/

:zaf: ha detto...

La psagna ha territorio doppio (ed è il più montuoso d'europa, mica pianure) e popolazione metà rispetto all'italia. Risultato? Cantieri ovunque, autostrade costruite in 2 anni, e strade a quattro corsie gratuite al 70%. Più: libri, sanità e mezzi pubblici gratis per pensionati e altre categorie, ecc. Domanda: come faranno? Risposta: la gente paga le tasse perché sono umane e non "italiane", e i politici non intascano. Chi di voi, compreso il signor Biondi, non ha visto il presidente della regione Emilia Romagna, Vaschino Errani, calare in elicottero tra le bandiere per inaugurare la "grande opera" del magnifico ponte di Calatrava sulla a1, giusto la settimana scorsa? Eppure, stando alla sinistra di quel giorno "le grandi opere sono necessarie", e stando a quella di oggi lo stato guadagna fior di milioni dalla "lotta all'evasione" fatta prima delle elezioni. Coma faccia, non si sa, ma i soldi a quanto pare ci sono e ci saranno. Poche pive sulle solite balle sui soldi inesistenti: in italia il denaro c'è a fiumi, e della crisi la sinistra non ha sentito neanche l'odore (Biondi, ha visto quante BMW e mercedes hanno i suoi amici?): e se fossimo furbi, useremmo i soldi dei fondi europei: figuratevi che, siccome sono nostri e NON li usiamo, ci tocca pagare penali anche su quello. Ah, l'italia! C'è sempre l'espatrio, coraggio...

Anonimo ha detto...

MA VAFFANCULO !!!!!!!!! TU E E TUTTA LA SINISTRA DI PAGLIACCI VOLTAGABBANA.

Anonimo ha detto...

Gentile autore,

ti comunichiamo che il tuo post, visibile all'indirizzo http://liberoblog.libero.it/economia/bl4500.phtml, ritenuto particolarmente valido dalla nostra redazione, è stato segnalato all'interno di LiberoBlog, il nuovo aggregatore blog di Libero.it.

Pensiamo che questo ti possa dare maggiore visibilità sul web e presumibilmente maggiore traffico sul tuo blog, in quanto Libero.it è visitato quotidianamente da milioni di persone.

Nel caso tu fossi contrario a questa iniziativa, il cui fine è quello di segnalare ai nostri lettori i contenuti più validi rintracciati nella blogosfera, ti preghiamo di segnalarcelo via e-mail chiedendo la rimozione del tuo post dal servizio. Procederemo immediatamente.

Per saperne di più di LiberoBlog e sulla sua policy:

http://liberoblog.libero.it/disclaimer.php

Per suggerimenti e critiche, non esitare a contattarci a questo indirizzo
e-mail: blog.n2k@libero.it

Ringraziandoti per l'attenzione, ti porgiamo i nostri più cordiali saluti

LiberoBlog Staff

Rinaldo Sidoli ha detto...

E' colpa del comunismo se non è riuscito a dare l'appalto a tutti i suo amici palazzinari e costruttori che deturpano il Bel Paese.

http://www.sidoli.org/forum/contratto-berlusconi-il-costo-del-governo-di-centro-destra__1758.html

Emmebi ha detto...

Descrivere una situazione catastrofica per poi farci sembrare eccezionale ogni minima realizzazione e' un sistema che Prodi e il centrosinistra usano da tempo. E funziona, perche' molta gente (blogger inclusi) ci crede e riporta la notizia.

pa ssapa rola ha detto...

--- Le grandi opere e la setta degli ingegneri scientisti ---

Centrali nucleari, TAV, Ponte sullo stretto, ordigni atomici: chi sono le persone che lavorano a questi progetti? La setta degli ingegneri scientisti.

Dietro alle grandi opere c'è la setta degli ingegneri scientisti.

Sin dai tempi dei faraoni e della costruzione delle Piramidi riuscire ad entrare nella setta degli ingegneri scientisti era un gran privilegio che consentiva di avere grossi vantaggi personali.

La setta degli ingegneri scientisti stabilisce i grandi lavori degli imperi.

Le case,le dighe, i ponti, le sistemazioni dei territori, le grandi opere, l'utilizzo dei materiali, la costruzione di armi, di navi, e recentemente di aerei, centrali nucleari, satelliti e missili. E soprattutto investimenti per la ricerca. Tanti investimenti per la ricerca in campo edilizio, militare, energetico.

La setta degli ingegneri scientisti come un qualsiasi albo professionale seleziona negli anni della formazione scolastica i suoi adepti attraverso lunghi, inutili , ripetitivi studi che tutte le persone in buona fede abbandonano per evidente controsenso e falsità, ma che alcuni invece riescono a portare a termine.

Si tratta in genere di muli sgobboni calcolatori che vengono adibiti a ruoli da stupidi impiegati, e altri che balzano subito a ruoli di fiancheggiamento di adepti della setta. Evidentemente quest'ultime sono persone raccomandate o figli o parenti di membri della setta.

In tempi recenti, dal 1700 circa, con la diffusione della massoneria, la setta degli ingegneri scientisti spesso ha preso piede al suo interno, ma non si può dire che la setta degli ingegneri scientisti sia un ramo della massoneria. I massoni in genere sono architetti ed affaristi.

Si può invece supporre che la setta abbia scelto di vivere segretamente all'interno di una organizzazione segreta e quindi di fronte alla legge, gli stati e le altre organizzazioni, scomparire doppiamente.

La setta degli ingegneri scientisti quindi in paesi con forte presenza della massoneria, utilizza le strutture e le forme di comunicazione massoniche.

Ma in paesi come in l'Unione Sovietica in cui la massoneria era vietata, o in Italia in cui sono presenti altri poteri forti come la Chiesa, la setta si dipinge in forma di corporazione professionale, albo di professionisti, circolo accademico.

I frequenti raduni internazionali di scienziati e ricercatori spesso nascondono in realtà veri e propri incontri ad ampio livello di membri della setta.

Non serve andare lontano per capire chi siano i membri della setta: basta prendere l'albo professionale degli ingegneri e vedere quali occupino mansioni ben remunerate o posizioni di responsabilità.

Perchè questo discorso?

Perchè spesso crediamo di avere a che fare con la mafia, altre volte con le cooperative rosse, altre volte con aziende in mano a ingegneri ambigui ed altre volte ancora con governi comandati da ingegneri stranamente potenti rispetto alle loro reali capacità politiche.

Spesso ci troviamo di fronte a dati falsificati, a previsioni evidentemente fasulle, a studi inverisimili.

Non esiste nessun corruttore che di volta in volta paghi scienziati per fornire falsa testimonianza.

Se non sei disposto a fornire falsa testimonianza e soggiacere al volere della settadegli ingegneri scientisti non si ha nessuno possibilità di diventare scienziati, ingegneri ed avere mansioni di responsabilità.

Salvo chiaramente eccezioni che confermano la regola, in cui agli stessi ingegneri scientisti servano degli studi fatti bene che allora si rivolgono veramente a qualcuno che sappia fare l'ingegnere... e che quindi si batterà poi per dire che non esiste nessuna setta, che i più bravi si riescono a fare strada ed avere mansioni importanti, che gli ingegneri sono persone sincere che non falsificano niente e cose del genere facendo ingenuamente il gioco della setta.

Quindi, attenzione, quando si parla di TAV, oltre a chi alimenta sulla violenza e gli scontri per ottenere finanziamenti alla polizia e vendere armi, oltre agli affaristi mafiosi massoni piduisti, oltre ai politici corrotti, oltre ai piccoli proprietari terrieri che sperano di vendere terreni a dieci volte il loro prezzo... oltre a varie altre cose strane... c'è anche la setta degli ingegneri scientisti.

PUBBLICARE, DARE RISALTO, FARE CIRCOLARE

Consegnati 25 Motori di Schietti in India: attenzione è iniziata la
rivoluzione
http://domenico-schietti.blogspot.com/

Il primo esemplare di Motore di Schietti clandestino è stato consegnato

FREE WATER AND ENERGY FOR EVERYONE BY 2010 AS PROMISED!!!
As a world preview, here is Schietti's Serpentine and Schietti's Engine
http://domenico-schietti.blogspot.com/2006/12/il-primo-esemplare-di-motore-di.html