31 luglio 2006

Fermate quel criminale di Olmert

La strage degli innocenti. A Cana, nel sud del Libano, un attacco aereo notturno degli israeliani ha fatto 60 morti, di cui 37 bambini.
Il presidente libanese Fuad Siniora ha definito Israele «criminale di guerra». Siniora ha aggiunto di voler «lanciare un grido molto forte a tutti i libanesi, a tutti gli arabi e a tutto il mondo perché stiano al nostro fianco di fronte ai criminali di guerra israeliani».
Tutto il mondo, eccetto gli Stati Uniti di Bush, chiedono ad Israele il cessate il fuoco immediato. Ma il "criminale" Olmert dichiara che «Israele non ha fretta» e chiede un'altra quindicina di giorni per continuare la carneficina. Ma, se facessero fuori lui, forse ci eviteremmo un 600 morti civili (40 morti al giorno per i 15 giorni che Olmert chiede di libertà di uccidere).
E non vi indignate e scandalizzate per quello che scrivo. Perché può morire un piccolo bambino libanese innocente e non può morire un politico israeliano? I morti per violenza sono tutti uguali. Ma non c'è nessuna ragione al mondo che possa giustificare un omicidio.
Fermate Nasrallah (Hezbollah), fermate Olmert (Israele).
Ma intanto non ammazzate i bambini. E per non ammazzare i bambini dovete fermare la guerra.

4 commenti:

Lameduck ha detto...

Io posso indignarmi solo per quello che è successo, non certo per quello che scrivi.
Colpire dei civili con la scusa che da lì partivano i razzi... E c'è pure la prova televisiva, un palazzo come tanti, uguale a tanti da cui esce un camion, e allora? Potrebbe essere ovunque ma intanto chi guarda il TG si convince che hanno fatto bene e che se c'erano dei civili, che si fottano.
Questa è la forza devastante dei mass media.
Qualcuno dirà che non si possono fare questi paragoni (qualcuno lo posterà certamente qui sotto) ma già in passato si radevano al suolo villaggi perchè c'era nascosto un partigiano, pardon un terrorista.

Anonimo ha detto...

Non è che si possa aggiungere granchè....
saluti.
Eppure, questa volta..è così drammaticamente oggettivo che....la situazione "prima" di tutto ciò, sebben drammatica, fosse "migliore" di quella..atttuale.
http://moltitudini.splinder.com

gianluca ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con te: quello che accade sotto gli occhi di tutti è uno schifo orribile, condito con risibili scuse e protetto da un assurdo pudore mediatico e dall'ipocrisia politica.

Se ancora interessasse a qualcuno, la crisi in Libano è nata NON per il rapimento dei soldati israeliani o per il lancio dei razzi, ma per i maltrattamenti subiti dai prigionieri Libanesi in un'area di occupazione del Sud del Libano da parte di Israele: al rifiuto del rilascio di alcuni di loro è scattata una rappresaglia Hezbollah.

E ora che l'ho scritto, vi prego, considerate tutto questo inutile come è inutile stabilire chi 'ha cominciato prima'...l'unica cosa importante è che tutto questo finisca. Ora.

giuseppe ha detto...

Fermate quei criminali degli hezbollah. Altrochè, fermateli ad ogni costo. Ma si può essere più miopi da non capire che sti stronzi terroristi su mandato iraniano, a cui serve un diversivo per la bomba atomica in costruzione, stanno muovendosi in modo da bloccare Israele da rappresaglie ( 1986 ricordate? )aeree nei confronti delle nascenti centrali nucleari iraniane. C'è l'iran dietro tutto questo macello, dice di volere le centrali nucleari per l'energia, ma l'iran non è tra i primi fornitori di energia al mondo? ( petrolio porco mondo ). Uccidere Olmert poi......ma che cazzata.....secondo voi sti terroristi non ci stanno già pensando da tempo.......chi dovrebbe ucciderlo poi .........ma che cazzata. Piuttosto i "pacifinti manifestanti variopinti" dove sono andati a parare, proprio adesso vanno in ferie che ci serve il loro apporto?